La Russia ruba quote di mercato cinese all’Arabia Saudita

  • Home
  • La Russia ruba quote di mercato cinese all’Arabia Saudita
Shape Image One
La Russia ruba quote di mercato cinese all’Arabia Saudita

In questo periodo di crisi sanitaria, la Cina approfitta del basso prezzo del mercato pretrolifero per fare scorta di greggio aumentando notevolmente l’importazione rispetto agli anni precedenti.

In particolare la quota del mercato russo è aumentata considerevolmente a discapito dell’Arabia Saudita mentre le importazioni dal mercato statunitense e venezuelano sono pari allo zero.

Già nel mese di marzo, però, si nota un notevole calo di importazione rispetto ai due mesi precedenti dovuto sia ad una minore domanda di carburante sia alla limitata capacità di stoccaggio del greggio.

I maggiori paesi importatori di petrolio per miliardi nel 2019. In rosso la percentuale sul totale.
I maggiori paesi da cui la Cina importa il petrolio in miliardi di dollari nel 2019.

Nonostante la Cina sia il maggior importatore di petrolio al mondo, a causa del Covid-19 nonché del limitato spazio di stoccaggio, la domanda nel mercato rimane sempre bassa portando così a supporre che per un lungo periodo il prezzo al barile rimanga basso.

Insomma, Russia e Arabia si sono fatte inutilmente male provocando la crisi dei prezzi pre-covid, anticipando le sofferenze e, per quanto riguarda l’Arabia, perdendo addirittura quote di mercato.

_

Per ulteriori analisi e approfondimenti, entra nel B-Club!

 

Analisi, news e spunti operativi, gratis nella tua inbox ogni domenica mattina.

 

 

Anche noi odiamo lo spam: i tuoi dati sono al sicuro e potrai cancellarti in qualsiasi momento.