Per le aziende produttrici di petrolio statunitensi la crisi è appena iniziata

  • Home
  • Per le aziende produttrici di petrolio statunitensi la crisi è appena iniziata
Shape Image One
Per le aziende produttrici di petrolio statunitensi la crisi è appena iniziata

Le azioni del settore energetico nel paniere S&P500 sono scese del 20% lunedì.

Il tracollo dei mercati sta mettendo l’industria petrolifera americana in una posizione precaria.

La ricaduta si diffonderà a qualsiasi cosa, dalle materie prime agricole ai fondi di private equity e influenzerà una serie di attività, dai produttori agli istituti finanziari.

Negli ultimi 10 anni la scoperta di depositi immensi di scisto da cui estrarre petrolio, ha reso gli Stati Uniti praticamente indipendente. Inoltre ha rilanciato l’economia del Texas, degli Appalachi e delle praterie del nord.Eppure tutto ha avuto un costo elevato.

Le compagnie energetiche hanno preso in prestito oltre 200 miliardi di dollari per perforare migliaia di pozzi lunghi miglia, posare tubazioni tra le nuove regioni di perforazione e mantenere enormi flotte di macchinari pesanti.

Valore del debito maturato

Ora la maggior parte dei pozzi estrattori dallo scisto sono in perdita.

La maggior parte dei pozzi petroliferi sono in rosso.
Principali pozzi petroliferi

Oggi all’apertura i titoli sono rimbalzati. Rimangono, però, perdite anche superiori del 50% negli ultimi 5 giorni.

Principali aziende nel settore nel paniere dell’S&P500

https://www.bloomberg.com/news/articles/2020-03-09/shale-s-new-reality-almost-all-wells-drilled-now-lose-money?sref=okemOq9x

https://www.wsj.com/articles/energy-industry-faces-reckoning-as-oil-prices-crash-11583806884?mod=searchresults&page=1&pos=1

_

Per ulteriori analisi e approfondimenti, entra nel B-Club!


Analisi, news e spunti operativi, gratis nella tua inbox ogni domenica mattina.

 

 

Anche noi odiamo lo spam: i tuoi dati sono al sicuro e potrai cancellarti in qualsiasi momento.