La crisi e il ruolo della strategia per un trader

  • Home
  • La crisi e il ruolo della strategia per un trader
Shape Image One
La crisi e il ruolo della strategia per un trader

Il recente crollo dei mercati ha messo a dura prova i nervi di molti trader e investitori.

E’ lecito chiedersi se non sia solo iniziata la vera crisi ma anche quando ne usciremo. Dal sito di Ben Carlson ( A Wealth of Common Sense ) ho preso delle statistiche che ci aiutano a capire la situazione:

Le più grandi crisi in termini percentuali sono state quelle del ’29 e del 2008, che hanno visto gli indici americani crollare rispettivamente dell’86.2% e 56.8%.

Da questo interessante tabella, notiamo che la media di recupero è del 52% entro un anno, con molta varianza dei dati (si passa da un 2.9 del 33 a un 162 del ’29).

Nel grafico sottostante sono tracciati i recuperi percentuali in 2 anni del 2008, del 1981 , del 1991 e del 2001.

Cosa ne possiamo dedurne?

Non ne ho idea. Se bastasse guardare la storia per prevedere il futuro saremmo tutti ricchi.

La realtà è molto più complessa dei grafici. Secondo me saranno determinanti:

  • eventuale vaccino;
  • sistema sanitario USA (se collassa o no);
  • prezzo del petrolio.

Questi elementi insieme possono allungare o accorciare la crisi.

Noi però siamo trader e quindi dobbiamo agire in modo strategico rispondendo alle 4 domande fondamentali PRIMA di fare qualsiasi cosa:

  • quando entrare a mercato?
  • quando uscire dal mercato?
  • cosa fare se il mercato va contro?
  • cosa fare se il mercato va a favore?

Spero che l’analisi possa indurvi qualche riflessione.

_

Per ulteriori analisi e approfondimenti, entra nel BClub!

 

Analisi, news e spunti operativi, gratis nella tua inbox ogni domenica mattina.

 

 

Anche noi odiamo lo spam: i tuoi dati sono al sicuro e potrai cancellarti in qualsiasi momento.