Robert Wadlow: il Gigante con le stampelle!

  • Home
  • Robert Wadlow: il Gigante con le stampelle!
Shape Image One
Robert Wadlow: il Gigante con le stampelle!

Oggi ti parlo di una delle chiavi del successo più sottovalutate nei mercati. Per farlo, mi aiuto con le splendide parole di Morgan Housel.

Lascia che ti parli di Robert Wadlow. Era enorme, il più alto essere umano mai conosciuto.

Era alto 2,77 metri e pesava 199kg. La sua notevole altezza era dovuta alla iperplasia della ghiandola pituitaria, una malattia che lo faceva crescere oltre 10 cm ogni anno.

Era quello che le storie di fantasia avrebbero rappresentato come un atleta sovrumano, capace di correre più veloce, saltare più in alto, sollevare più pesi e abbattere più “cattivi” di qualsiasi persona normale. Come un vero Hercules.

Ma quella non era affatto la vita di Wadlow.

Aveva bisogno di stampelle d’acciaio per stare in piedi e un bastone per camminare. 

Più che camminare, zoppicava. I pochi video di Wadlow che esistono mostrano un uomo i cui movimenti sono tesi, goffi, faticosissimi. È stato visto raramente in piedi da solo e di solito è appoggiato a un muro per sostenersi. 

Se Wadlow fosse vissuto più a lungo e avesse continuato a crescere, avrebbe rischiato la rottura delle ossa delle gambe.

Ciò che in realtà lo ha ucciso è stato quasi altrettanto angoscioso: Wadlow aveva la pressione alta alle gambe a causa dello sforzo del suo cuore di pompare in tutto il suo corpo enorme, che ha causato un’ulcera (sembra alla caviglia), che ha portato a un’infezione mortale.

Non puoi triplicare le dimensioni di un essere umano e aspettarti il ​​triplo delle prestazioni: la meccanica non funziona così. 

Wadlow è diventato troppo grande data la struttura del corpo umano. Ci sono limiti al ridimensionamento.

Scrivendo prima del tempo di Wadlow, il biologo JBS Haldane una volta ha mostrato a quante cose si applica questo problema di “ridimensionamento”. Una pulce può saltare circa 35 centimetri, un essere umano atletico circa 150. Ma se una pulce fosse grande come un uomo, non sarebbe in grado di saltare per centinaia (se non migliaia) di metri – non funziona così.

“Per ogni tipo di animale esiste una taglia più conveniente, e un cambiamento di taglia porta inevitabilmente con sé un cambiamento di forma”, ha scritto Haldane.

Una dimensione più conveniente.

Uno stato appropriato in cui le cose funzionano bene, ma si interrompono quando si tenta di ridimensionarle in una dimensione o velocità diversa.

Il che, ovviamente, vale anche per le aziende e gli investimenti.

Riassumendo in breve 200 anni di studi, le azioni sono davvero redditizie quando mantenute nel lungo periodo.

Praticamente tutti gli errori di investimento sono radicati nelle persone che guardano ai rendimenti del mercato a lungo termine e dicono: “È bello, ma posso avere tutto più velocemente?”. (Magari anche senza sforzo).

Ecco quanto spesso il mercato genera un rendimento positivo in base al periodo di detenzione.

Un modo per pensare a questo grafico è che esiste un orizzonte temporale di investimento “più conveniente“, probabilmente intorno ai dieci anni. 

Questo è il periodo in cui i mercati tendono sempre a premiare la pazienza. Più il tuo orizzonte temporale si accorcia, più ti affidi alla fortuna e ti avvicinerai al rischio di rovina.

Lo stesso identico errore succede anche alle aziende. È famosa la storia di Starbucks.

Starbucks aveva 425 negozi nel 1994, al 23 ° anno di vita. Nel 1999 ha aperto 625 nuovi negozi. Nel 2007 sono stati aperti 3.500 negozi all’anno, un nuovo negozio ogni 90 minuti.

La crescita esponenziale è stata distruttiva, fuori controllo.

Starbucks ha chiuso 600 negozi nel 2008 e licenziato 12.000 dipendenti. Le sue azioni sono diminuite del 73%, il che è stato terribile anche per gli standard del 2008.

Schultz, senior management, ha scritto nel suo libro del 2011 Onward : “La crescita, ora lo sappiamo fin troppo bene, non è una strategia. È una tattica. E quando la crescita indisciplinata è diventata una strategia, abbiamo perso la nostra strada”.

C’era una dimensione più conveniente per Starbucks come c’è per tutte le aziende. Esagera, spingiti oltre i limiti e ti rendi conto che le entrate potrebbero aumentare ma i clienti insoddisfatti cresceranno più velocemente, nello stesso modo in cui Robert Wadlow è diventato un gigante ma ha faticato a camminare.

Infine, parliamo della coppia di investitori più famosi al mondo: Warren Buffett e Charlie Munger. Ma 40 anni fa c’era un terzo membro, Rick Guerin.

I tre hanno fatto investimenti insieme. Poi Rick è quasi scomparso mentre Warren e Charlie sono diventati gli investitori più famosi di tutti i tempi.

Qualche anno fa il gestore di hedge fund Mohnish Pabrai ha chiesto a Buffett cosa fosse successo. Rick, ha spiegato Buffett, era fortemente indebitato ed è stato travolto da margin call nel mercato ribassista degli anni ’70.

Buffett ha detto a Pabrai :

“Charlie e io abbiamo sempre saputo che saremmo diventati incredibilmente ricchi. Non avevamo fretta di arricchirci; sapevamo che sarebbe successo. Rick era intelligente quanto noi, ma aveva fretta.”

Troppo, troppo presto, troppo in fretta.

Il quinto pilastro degli investimenti e del trading è la pazienza.

Pazienza di attendere lo sviluppo di un trade, pazienza di attendere i rendimenti di un portafoglio di ETF, pazienza di far passare un periodo negativo su un’azione molto promettente.

Pazienza di far arrivare a te i profitti, senza rincorrerli.

La pazienza che però si ha solo quando si ha consapevolezza dei propri mezzi. Per questo nei nostri corsi mettiamo tanta enfasi anche sulla parte teorica. Se sai che fai, aspetti senza problemi, perché era previsto.

Se le tue operatività sono dettate da informazioni prese qua e là non ci vuole niente a metterle in crisi. Anche la conoscenza è una cosa che deve crescere piano e con informazioni di qualità. Difficilmente si cresce a mozzichi e bocconi.

Noi siamo sicuri che le nostre sono informazioni più che di valore. Ma se sei arrivato a questo punto di un articolo linkato in una mail, credo che lo pensi anche tu.

www.circolodeilupi.it per IAL www.buzway.it per tutto il resto.

Ciao.

Francesco,

Founder di BuzWay.it

 

Analisi, news e spunti operativi, gratis nella tua inbox ogni domenica mattina.

 

 

Anche noi odiamo lo spam: i tuoi dati sono al sicuro e potrai cancellarti in qualsiasi momento.