SKYHOOK è davvero immortale?

  • Home
  • SKYHOOK è davvero immortale?
Shape Image One
SKYHOOK è davvero immortale?

Nella mail di domenica scorsa abbiamo compiuto un’affermazione forte: SKYHOOK è per sempre!

Ci rendiamo perfettamente conto che può sembrare un concetto contraddittorio rispetto a quanto abbiamo sempre affermato.

Da sempre Francesco si è battuto contro chi sostiene di aver trovato il Sacro Graal, il sistema perfetto ed eterno, in grado di battere costantemente il mercato nei secoli dei secoli.

Semplicemente perché questo sistema non esiste e non può esistere.

Una parte del codice di SKYHOOK!

Ma allora perché possiamo affermare con certezza che SKYHOOK “non può rompersi”?

Semplice, perché SKYHOOK non è un sistema.

SKYHOOK è un composer.

Per giunta con caratteristiche perculiari anche rispetto ai composer “classici”.

Pur essendo strutturato come un Trading System, un composer non nasce per essere messo direttamente a mercato su un determinato strumento.

Ne abbiamo parlato diffusamente in un articolo di qualche giorno fa.

Questo cambia tutto.

Le regole del gioco e i criteri per valutare la bontà di un composer sono totalmente diversi rispetto a quelli che servono per analizzare un sistema.

Un sistema, infatti, deve essere il più semplice possibile per poter durare nel tempo.

Potremmo affermare che la robustezza di un Trading System è direttamente proporzionale alla sua semplicità.

Quando vedi un sistema dal codice magari elegante e raffinato, ma complesso e iperspecifico, puoi stare tranquillo che quel sistema si romperà di lì a poco.

Per un Composer questo discorso non vale.

Perché, appunto, un Composer non deve essere messo direttamente a mercato, ma deve generare Trading System.

E per svolgere bene il suo compito, il codice sarà inevitabilmente più complesso rispetto a un sistema “standard”.

Avrai sentito spesso Francesco affermare che i sistemi migliori sono quelli che si sviluppano in poche righe di codice.

Beh, il B-Composer SKYHOOK di righe ne ha oltre 200, eppure è proprio questa la sua forza.

Partendo da un’idea innovativa legata alla volatilità, sviluppa possibilità potenzialmente infinite su ogni tipo di strumento (Azioni, Futures, Forex…).

Tornando alla mail di domenica, un utente ci ha risposto così:

Beh, la differenza è che se modifichi i parametri di un sistema che si rompe stai sostanzialmente facendo overfitting.

Se invece rilanci l’ottimizzazione su un B-Composer come SKYHOOK stai creando un sistema completamente nuovo.

Qualcosa che richiederebbe ore di studio, test e scrittura di codice, grazie a SKYHOOK si può fare in pochi minuti.

E senza scrivere una riga di codice!

Ma attenzione: da mezzanotte la promozione di lancio su SKYHOOK scade e il prezzo di listino sarà oltre il triplo di quello in promo.

Chiama subito il numero verde gratuito 800-475-300 o visita skyhook.info per non restare fuori!

 

Analisi, news e spunti operativi, gratis nella tua inbox ogni domenica mattina.

 

 

Anche noi odiamo lo spam: i tuoi dati sono al sicuro e potrai cancellarti in qualsiasi momento.