Trading automatico – L’infrastruttura: il broker

  • Home
  • Trading automatico – L’infrastruttura: il broker
Shape Image One

Trading automatico – L’infrastruttura: il broker.

Con infrastruttura si intendono tutti i mezzi software e hardware che rendono operativo un trader automatico.

Per farlo ha bisogno sempre e comunque di tre cose essenziali, più una semi-opzionale.

  • Datafeed(fornitore di dati);
  • piattaforma;
  • broker;
  • VPS.

Broker

Nel nostro caso è un’azienda che ci permette di negozia un prodotto finanziario in facilita. In genere fornisce anche un software d’appoggio per vedere le quotazioni e fare compra-vendita.

Essendo un’azienda a cui affideremo i nostri soldi (anche se nella pratica saremo noi a fare trading) dovrà essere affidabile, riconosciuta e con un’ottima assistenza clienti.

Alcuni broker che mi sento di suggerire per l’utilizzo diretto:

  • Tradestation;
  • Interactive Broker;
  • Stage5.

Qui la guida completa su come scegliere il broker.

 

Analisi, news e spunti operativi, gratis nella tua inbox ogni domenica mattina.

 

 

Anche noi odiamo lo spam: i tuoi dati sono al sicuro e potrai cancellarti in qualsiasi momento.