Trading automatico – L’infrastruttura: il datafeed

  • Home
  • Trading automatico – L’infrastruttura: il datafeed
Shape Image One

Trading automatico – L’infrastruttura: il datafeed.

Con infrastruttura si intendono tutti i mezzi software e hardware che rendono operativo un trader automatico.

Per farlo ha bisogno sempre e comunque di tre cose essenziali, più una semi-opzionale.

  • Datafeed(fornitore di dati);
  • piattaforma;
  • broker;
  • VPS.

Datafeed

Il datafeed è il fornitore dei dati storici.

Ebbene sì, per riuscire a fare un backtest adeguato c’è bisogno di un buon fornitore di dati storici. I dati storici, infatti, non sono “assoluti”. Vanno monitorati, controllati, aggiustati. Una serie storica non monitorata e manutenuta può portare a backtest falsati e potenzialmente molto pericolosi.

E’ importantissimo scegliere un buon fornitore dati ma anche quello giusto secondo le nostre esigenze. Se ti occupi solo di azionario italiano, non ha senso scegliere Tradestation che non ha azionario italiano.

I principali fornitori dati utili a noi trader retail sono:

  • Tradestation;
  • CQG;
  • eSignal;
  • Rithmic;
  • IqFeed.

Il mio consiglio è di utilizzare come fornitore dati Tradestation.

 

Analisi, news e spunti operativi, gratis nella tua inbox ogni domenica mattina.

 

 

Anche noi odiamo lo spam: i tuoi dati sono al sicuro e potrai cancellarti in qualsiasi momento.